Home Notizie Too Good To Go, la nuova app contro lo spreco sbarca in...

Too Good To Go, la nuova app contro lo spreco sbarca in Italia

SHARE
Too Good To Go food lifestyle

Un’app per combattere lo spreco alimentare. È questa la funzione di Too Good To Go (clicca qui), che ogni giorno mette in vendita cibo buono, di qualità e invenduto ad un terzo del prezzo di partenza. Un buon modo per guadagnarci tutti: i negozianti, che non buttano cibo ma riescono a guadagnarci, e i clienti, che possono acquistare del cibo di qualità spendendo meno.

Un’iniziativa molto importante per la lotta allo spreco alimentare, considerando che ogni anno viene gettato via più di 1,3 tonnellate di cibo.

Too Good To Go è nata nel 2015 a Copenaghen, si è diffusa in 9 paesi europei riscuotendo enorme successo e conta oltre 8 milioni di utenti. Milano, con vista su Torino, è la città scelta per il debutto in Italia.

Come funziona Too Good To Go?

Il suo funzionamento è molto semplice. Ogni giorno, ristoranti, supermercati, panetterie, pasticcerie e gastronomie, creano delle Magic Box, il cui contenuto esatto sarà scoperto dagli utenti solo al momento del ritiro. I clienti prenotano la propria “bag” e passano a ritirarla all’orario indicato.

Tutto questo è possibile semplicemente scaricando l’app, geolocalizzandosi e vedendo quali sono i locali vicini che aderiscono all’iniziativa.

A Milano hanno aderito circa 80 punti vendita, tra cui nomi importanti della ristorazione come Eataly, Carrefour, i ristoranti biologici EXki, i tramezzini veneziani di Tramè e il micropanificio artigianale Le Polveri. Prezzi minimi per i pasti, tra i 2 e i 6 euro, ma ancor più importante è il contributo per la tutela dell’ambiente: ogni Magic Box acquistata, infatti, evita l’emissione di 2 kg di Co2. Finora, grazie alle oltre 11 milioni di Magic Box acquistate in Europa, si è evitata l’emissione di quasi 23 milioni di tonnellate di Co2.

Inoltre, per limitare l’uso di imballaggi, i locali aderenti a Too Good To Go, incoraggiano i clienti a portare da casa sacchetti propri.

Un’idea straordinaria per combattere lo spreco alimentare associando il vantaggio di pagar meno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here