SHARE

Nuovo appuntamento con “The Best Chef Awards“, uno degli eventi più importanti al mondo nel settore del food, dove vengono assegnati i riconoscimenti ai migliori chef internazionali.

Dopo Varsavia nel 2017 e Milano nel 2018, abbiamo scelto Barcellona per il 2019, grazie alla collaborazione con l’Agencia Catalana de Tourisme. Spagna e Catalogna svolgono un ruolo di primo piano nella gastronomia internazionale contemporanea e, ospitando questo evento, vorremmo promuovere la loro cucina e i migliori chef. Per la comunità, i visitatori internazionali e i professionisti del settore, questa è l’occasione perfetta per tenersi aggiornati su ciò che accade nel mondo globale dell’alta cucina”, afferma Cristian Gadau, Creative Director di The Best Chef.

La terza edizione si terrà il 23 e il 24 settembre, con la prima giornata dedicata ad un confronto tra scienza e cucina, un progetto che ha l’intento di spiegare le reazioni cerebrali nell’atto di mangiare e come il nostro cervello influenza la scelta del cibo. Interverranno relatori di prim’ordine a livello mondiale sia in ambito scientifico che gastronomico. Nella seconda giornata, invece, ci sarà la cerimonia di premiazione tra i 100 candidati (rosa ristretta rispetto alle passate edizioni): “Con la Top 100 vogliamo rendere la procedura di voto meno complicata e più severa. Tuttavia, la selezione iniziale degli chef rimane molto dinamica e si avvarrà del giudizio di gourmet e professionisti del settore, come chef, sommelier, fotografi, ecc.”.

Sono previste tante novità in questa terza edizione del “The Best Chef Awards“. Oltre ad aver spalmato l’evento su due giornate, con l’inserimento del convegno “Food Meets Science“, sono previste due nuove categorie di premi:  il “Legend” Award per lo chef che ha un impatto cruciale sul mondo della gastronomia, e il premio “New Entry” per lo chef esordiente nella rosa dei candidati e che ottiene il punteggio più alto.

Una prima lista di nomi presenti all’evento può essere già anticipata: Virgilio Martínez – insieme alla moglie Pia Léon, del Central di Lima – Dominique Crenn dell’Atelier Crenn di San Francisco, Vladimir Mukhin del White Rabbit di Mosca, e per l’Italia sono previsti Davide Oldani, Heinz Beck, i Fratelli Cerea, Felix Lo Basso, Andrea Aprea.

Foto: sito ufficiale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here