Home In evidenza Julie & Julia: un intreccio di golose emozioni

Julie & Julia: un intreccio di golose emozioni

SHARE
julie-julia-film-food-lifestyle
a cura di Giulia Dispoto Il film della newyorkese Nora Ephron intreccia le vite di Julie Powell e Julia Child. Julie e Julia sono due donne realmente esistite ma che non si sono mai incontrate. Le due protagoniste appaiono a prima vista ma soprattutto temporaneamente molto distanti. Julia Child, interpretata da Meryl Streep, vive negli anni 50 dell’America del maccartismo; Julie Powell invece (Amy Adams) è una giovane donna insoddisfatta della propria vita professionale, la quale nei primi anni 2000 decide di dar vita a un progetto stimolante e creativo. Julie infatti si immerge nella creazione di un blog di cucina, sfidando se stessa alla realizzazione di 524 ricette in 365 giorni, seguendo pedissequamente il primo libro di cucina francese, in lingua inglese che Julia Child scrisse nel 1961 durante il suo soggiorno parigino, Mastering of the Art of French Cooking. Julia è stata una figura rivoluzionaria per la sua epoca, liberando la donna dallo stereotipo di moglie e madre, costretta a passare le sue giornate in cucina solo per adempiere ai propri doveri. La cuoca e scrittrice ha stravolto gli Stati Uniti degli anni 50, scegliendo di dedicare la propria vita a ciò che la rendeva realizzata e appagata, sempre accanto al marito Paul Cushing Child, il quale ha sostenuto e incoraggiato Julia in tutte le sue più grandi ambizioni con amore e ammirazione. Il film ci fa percorrere il viaggio intrapreso da Julia, nel decidere di lasciarsi travolgere dal mondo della cucina. Assistiamo al percorso di una donna che non sa, sin da subito, cosa e dove tutto questo la porterà. Ciò che, tuttavia, presto risulta chiaro è che il suo impegno, la sua dedizione e passione la renderanno una donna felice. Nella pellicola americana, il suo personaggio è interpretato da Meryl Streep, la quale ha saputo magistralmente condire il carattere della donna di un’eccentrica simpatia e di affettuosa autoironia. La riproduzione spiritosa della cuoca si intreccia con la storia di Julie Powell, che a mezzo secolo di distanza a New York, si ritrova a lavorare per il call center della società che si occupa della ricostruzione dell’area colpita dagli attentati dell’11 settembre 2001. Scontenta e insoddisfatta, Julie si catapulta nel suo progetto di blogging di cucina seguendo le orme di Julia che col tempo diventa una figura materna, un’amica immaginaria e una grande fonte di ispirazione. Nonostante le avventure di Julia a Parigi siano più interessanti e avvincenti delle vicissitudini di Julie a New York, così come non è possibile paragonare i risultati raggiunti delle due donne, le due vite si uniscono e le loro esperienze si affiancano dipingendo i cambiamenti sociali e culturali della condizione femminile nelle due epoche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here