Home Interviste L’incontro con Federica Russo, miglior pasticcere donna del 2018.

L’incontro con Federica Russo, miglior pasticcere donna del 2018.

SHARE
federica russo

Occhi vispi, voce e sguardo dolcissimi. Già, la dolcezza fa parte della sua vita da sempre, da quando, bambina, amava mettere le mani in pasta e ascoltava con devota ammirazione i racconti sulla sua bisnonna, che preparava torte e bon bon per i matrimoni. Sognando un giorno di essere proprio come lei e di ritrovare, nella precisione e nell’eleganza di quelle mani creatrici, la sua strada, l’ispirazione.

Ventiquattro anni, originaria di Acqui Terme e per metà siciliana, una passione per la moda e lo shopping, per i libri e per la musica dei Coldplay: una ragazza come tante, Federica Russo, se non fosse che è anche la miglior Pasticcera donna del 2018. Formatasi presso il laboratorio di Fabrizio Galla, a sua volta facente parte della “scuderia” del Maestro Iginio Massari, è qui che ha appreso la disciplina legata all’arte pasticcera e il non arrendersi mai di fronte agli ostacoli.

Un titolo importante, che racchiude tante responsabilità – ci racconta con grande umiltà – soprattutto per una ragazza di 24 anni”, non senza dimostrare anche grande tenacia: “Quando ho partecipato al concorso ero decisa a dare il meglio di me, a metterci tutta me stessa. E penso che sia stato anche questo a farmi vincere…quando hanno pronunciato il mio nome non ci potevo credere, mi tremavano le gambe e non sapevo cosa fare e cosa avrebbe comportato un riconoscimento così prestigioso. Ma non mi sono fatta sopraffare da questi pensieri, sono andata avanti come ho sempre fatto, dimostrando a tutti che la giovane età non significa nulla quando ci metti passione e buona volontà”.

Entusiasmo e tanta voglia di imparare sono gli ingredienti che non mancano nella vita di Federica Russo, e un forte senso di irraggiungibilità della perfezione, come lei stessa spiega: “Non penso di aver ancora creato un dolce “perfetto”, anche se sono molto soddisfatta di un dolce che ho fatto un po’ fuori dal normale, utilizzando come materia prima il carciofo di Albenga. Forse il segreto di un dolce perfetto sta nell’equilibrio: i gusti devono sentirsi tutti, sia che si tratti di un dolce moderno sia che si tratti di un dolce tradizionale”.

L’amore per il suo lavoro supera, poi, ogni cosa: “Amo il mio lavoro, perché mi piace vedere le persone felici e vi assicuro che un dolce rende sempre felici tutti. Quando preparo un dolce, dalle mie mani esce tutto quello che sono e che provo…è un’emozione grandissima…

Quando non è a lavoro, Federica ama stare con le persone che ama o all’aria aperta: “Ho adottato 5 gallinelle e un galletto e d’estate mi piace molto curare l’orto; è molto rilassante. Amo cercare cose nuove da poter provare, sperimentare e nella natura trovo la giusta ispirazione”.

La giornata di Federica Russo comincia al mattino presto: alle 6,30 è già in laboratorio per la preparazione della linea della pasticceria; poi, l’organizzazione del lavoro con le collaboratrici, un pranzo veloce prima di ritornare a lavoro e, a sera, una passeggiata per scaricare un po’ la tensione del giorno.

Mentre chiacchieriamo, due pensieri su tre volano, come un ammirevole ringraziamento, al maestro Fabrizio, grazie al quale, sottolinea Federica, “sono cresciuta tantissimo negli ultimi 4 anni, raggiungendo anche questo primo importante traguardo. Lui è sempre stato al mio fianco, mi ha sempre aiutata, mi ha insegnato ogni cosa con grande pazienza e generosità…per me è
un eroe”.

Non senza dimenticare l’apporto e il supporto della famiglia, sempre lì a fare il tifo per la piccola grande Federica e per una passione che, oltre a tanti sacrifici, ha visto il suo talento e l’amore incondizionato per questa professione. A loro e al maestro va la dedica del premio come miglior pasticcere dell’anno trascorso.

Parlando di sé, Federica non può non far riferimento alla sua amata pasticceria: “Se dovessi ritrovarmi in un dolce, sarei una mousse ai 4 cioccolati: cioccolato bianco, dolce e delicato, cioccolato Ruby, forte e un po’ acido, cioccolato al latte, leggero, e cioccolato fondente, forte e deciso”. Poi, si parla di presente e futuro: “Con l’arrivo dell’estate io e Fabrizio stiamo cercando di creare dolci nuovi e praline di gelato e stiamo dando vita a centrifughe di frutta fresca un po’ fuori dal comune, con mix particolari tipo fragola e violetta e succo di mela, passion fruit e bergamotto; abbiamo inserito due torte tradizionali che sono la pastiera napoletana che è il mio dolce preferito e la Sbrisolona.
Ho anche molti progetti che per scaramanzia non posso ancora rivelare e c’è una piccola collaborazione con un’azienda vicino Milano con un progetto sulle frolle…”.

La nostra chiacchierata è sottolineata dalla sua canzone preferita, “Paradise” dei Coldplay. La musica e le parole si librano nell’aria: “Quando era solo una ragazzina, si aspettava il mondo. Ma siccome le sfuggì di mano, Lei si rifugiava nel suo sonno e sognava il Paradiso ogni volta che chiudeva gli occhi”.

Oggi Federica Russo non ha bisogno di chiuderli quegli occhi, perché forse il suo Paradiso è un sogno divenuto realtà.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here