Home In evidenza EGO: il festival dedicato al mondo della ristorazione arriva a Taranto

EGO: il festival dedicato al mondo della ristorazione arriva a Taranto

SHARE
ego-festival-taranto-foodlifestyle
EGO, Enogastro Orbite è il festival della formazione professionale dedicato al mondo della ristorazione. Arrivato alla terza edizione, EGO è un format dinamico, piacevole e ben organizzato, che prevede una serie di incontri, workshop e degustazioni, che giunge per l’appuntamento 2020 a Taranto nella suggestiva cornice del Castello Aragonese, sempre al centro di numerose attività culturali in città. Il progetto nasce dall’idea di EnoGastroHub l’associazione che si rende interprete dei bisogni del territorio e strumento per trasformare gli stessi in opportunità. Un legante tra diverse professionalità, un tramite per rendere attivo il flusso di conoscenza in maniera unidirezionale: dal mondo verso la Puglia. Tema del Festival intorno al quale si concentrerà questa edizione è il Futuro, declinato nelle arti più nobili: design, musica, teatro, produzioni agroalimentari e cucina. Previsti per questi tre giorni, 16-17-18 febbraio, settanta ospiti tra cui spiccano chef stellati, pastry chef, fornai, pizzaioli, maitre stellati, bartender, musicisti, attori, sportivi di caratura nazionale. ego-festival-foodlifestyle Giornate intense in cui ci sarà molto spazio dedicato alle pregiate bollicine italiane e agli champagne, con i seminari formativi che si terranno nelle tre suggestive sale del Castello Aragonese. Lezioni dinamiche e innovative che sapranno soddisfare le aspettative dei visitatori. Plus dell’evento, già esclusivo, il prestigioso galà dinner del 17 febbraio, in occasione del quale prestigiosi cuochi stellati cucineranno nelle suggestive sale del Museo Archeologico di Taranto. In abbinamento ai piatti degli chef, i vini delle Cantine San Marzano”. Gli ospiti potranno scoprire anche le sale del MArTa, gustando la storia della Magna Grecia. Oggi, 18 febbraio, la conclusione dell’evento con gli interventi tra gli altri di Chef Lucio Mele per Pescaria e la comunicazione Brainpull. Ph. credits: Valentina Pellegrino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here