Home In evidenza Baobab: tutti i benefici del frutto dell’Albero della Vita

Baobab: tutti i benefici del frutto dell’Albero della Vita

SHARE
baobab-food-lifestyle
Chi lo conosce bene chiama il Baobab “Albero della vita”, una pianta che può vivere fino a 500 anni e che può crescere fino a 30 metri, con una circonferenza di oltre 10 metri. Il termine baobab è molto antico, letteralmente traducibile con «padre di molti semi», e deriva proprio dalla peculiarità dei suoi frutti di contenere una notevole quantità di questi. Con la sua maestosità e la sua forma caratteristica e insolita domina i panorami africani da migliaia di anni e secondo molte colorite leggende locali, l’albero del baobab si troverebbe capovolto e avrebbe le radici in cielo. Le popolazioni indigene ne utilizzano le diverse parti a uso alimentare o come rimedio naturale, efficace e sicuro per le sue proprietà curative. Infatti è considerato una vera e propria farmacia all’aperto. Nei paesi africani, è molto utilizzato in cucina. Con le foglie bollite si preparano salse da servire con la polenta oppure, fatte essicare e poi frantumate, si ottiene una polvere utilizzata come legante nel couscous. Del frutto si consuma sia la polpa in polvere sia i semi, da cui si ottiene un olio molto ricercato. La polpa profumata con i fiori d’arancio o con la noce moscata viene utilizzata per la preparazione di bevande rinfrescanti e gelati. Inoltre è utilizzato per ottenere oggetti di uso quotidiano: dalla corteccia si ricavano funi, redini, corde per strumenti musicali, reti per la pesca, fibre per tessuti e ceste; dai gusci dei frutti, vuoti ed essiccati, si ricavano piatti e lavorati che sono poi trasformati in collane oppure sono utilizzati come combustibile, le cui ceneri, ricche di potassio, possono essere trasformate in sapone. Per il mondo occidentale, invece il baobab rappresenta un vero e proprio super food, perché il suo frutto offre una polpa particolarmente ricca di vitamina B, C, PP, magnesio, ferro, calcio, fibre solubili e insolubili, sali minerali e 8 aminoacidi essenziali. Contiene tre volte più vitamina C di un’arancia, oltre ad essere estremamente ricco di antiossidanti. Inoltre aiuta a regolare l’intestino, il livello di zucchero nel sangue ed è considerato un efficace antistress naturale, nonché antinfiammatorio. Depura il fegato e aiuta a mantenere il benessere del cuore e del sistema cardiovascolare, così come problemi minori quali le vene varicose e l’insufficienza venosa. Il baobab è una delle migliori fonti di rame e potassio e per questo è indicato per riacquistare energia e combattere la spossatezza. I frutti vengono raccolti manualmente dalle popolazioni locali. La polpa viene estratta attraverso la separazione meccanica. Questa polpa farinosa, naturalmente disidratata non necessita di nessuna sostanza o conservante estranei al frutto e insieme all’assenza di trattamenti chimici e termici hanno permesso al prodotto di ottenere la certificazione biologica e garantire l’assenza di OGM. baobab-foodlifestyle Il baobab è inoltre privo di glutine e può essere utilizzato anche da chi è allergico o ha intolleranze alimentari. Negli ultimi anni i prodotti a base di questo frutto sia in campo cosmetico che alimentare, hanno portato all’approvazione del baobab da parte del Consiglio e del Parlamento Europeo come Novel Food. In tutto il mondo aumenta l’interesse per i prodotti a base di baobab, come quello in polvere, sotto forma di frutta secca oppure dei semi, per il loro valore e per i benefici nutrizionali del frutto, che essicca direttamente sul ramo dell’albero prima di venire raccolto. I semi vengono estratti successivamente e ridotti in polvere che può essere inserita nei succhi di frutta, servita per zuccherare yogurt e altri alimenti o aggiunta come ingrediente a diverse ricette. Il Baobab infatti è da sempre conosciuto e utilizzato per le sue molteplici proprietà dal frutto alla radice e la sua polvere ha un gusto simile a una miscela tra ananas e melone. Non ha nessuna controindicazione particolare: studi comprovati nell’arco di un decennio tra il 1997 e il 2008 da parte degli organi preposti dell’Unione Europea e degli Stati Uniti hanno dimostrato la non tossicità del frutto del baobab. Non ci sono grandi operazioni di trasformazione se non la raccolta della polvere e la pulizia da eventuali corpi esterni. Anche in virtù del fatto che non subisce trattamenti e raffinazioni, il prodotto è un ottimo integratore naturale e un super-food. Data la sua maestosità, alcuni degli alberi più robusti, erano utilizzati in maniera efficace come rifugi antiaerei durante le ultime guerre. I baobab più grandi sono molto efficaci come mezzo di raccolta di importanti quantità di acqua piovana: i tronchi a volte raccolgono fino a 32.000 litri d’acqua. Una pianta versatile, dai mille usi e proprietà che speriamo riesca a resistere al grande sfruttamento del mondo occidentale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here