Home Eccellenze culinarie Zapote nero, il frutto al sapore di budino al cioccolato

Zapote nero, il frutto al sapore di budino al cioccolato

SHARE
Consistenza e sapore sono quelle del budino al cioccolato. La differenza è che si sta parlando di un frutto: lo Zapote nero. Black Sapote, per usare il termine anglosassone. In pochi hanno la possibilità di assaggiarlo; è infatti difficile da reperire in Italia, trattandosi di un frutto tipico dell’America Centrale, dove viene veduto al prezzo di circa due euro al chilo.

Lo Zapote nero nei dolci, alternativa al cioccolato.

La sua buccia verde non lascia minimamente intendere colore e consistenza dell’interno. Una volta aperto, infatti, si resta quasi affascinati dal “total black” (a volte marrone scuro) che presenta il suo cuore, mentre la consistenza è piuttosto morbida e appiccicosa. Proprio come un budino al cioccolato, insomma. Molto consumato tra Repubblica Domenicana, Messico, Guatemala e Cuba, lo Zapote Nero è anche chiamato “il cachi nero“. Ricco di vitamine A e C, può essere consumato in alternativa a un dolce di cioccolato, senza il timore di dover fare i conti con le calorie: 45 ogni 100 grammi, a dispetto delle 530 calorie ogni cento del derivato del seme di cacao. Lo si può consumare così com’è, gustandolo con un cucchiaino, oppure da usare come alternativa al cioccolato in molte ricette di dolci. Può essere infatti adoperato per preparare delle mousse, biscotti, frullati e torte. Ancora, può essere spalmato su una fetta di pane per una merenda sana e gustosa. zapote nero food lifestyle 1 Oltre ad essere oggettivamente buono (per gli amanti del cioccolato), lo Zapote nero è un alimento ideale da far mangiare senza problemi ai bambini, spesso diffidenti verso ogni genere di frutta. Unica attenzione è quella relativa al consumo. Data la facilità di maturazione, una volta raccolti devono essere impiegati in cucina entro pochi giorni per evitare che marciscano. L’albero dello Zapote nero è un arbusto “sempreverde” che raggiunge un’altezza di circa 25 metri. Esistono piante con soli fiori maschili e altre con soli fiori femminili. Gli stessi si aprono contemporaneamente alla maturazione dei suoi frutti, che per arrivare alla consistenza ideale al consumo impiegano circa un anno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here