SHARE

L’Italia batte la Francia. Non si tratta di una partita di calcio ma di una sfida a distanza che ogni anno vede due Nazioni competere in campo enogastronomico. Un’indagine pubblicata dal Nomisma Wine-Monitor ha infatti reso noto la vittoria del nostro Paese per quanto concerne l’esportazione del vino bianco italiano fermo, sia per volume che per valore. Il dato, comunicato attraverso un’agenzia ANSA, è stato diffuso durante il convegno “Bianco come il vino“, organizzato dall’Istituto Marchigiano Tutela (Imt) vini nell’ambito di Collisioni Jesi e dei festeggiamenti per i 50 anni del Verdicchio dei Castelli di Jesi.

vino bianco italiano food lifestyle 1

Il vino bianco italiano fermo è quindi il più venduto al mondo, il più esportato. Con un valore di ben 1,287 miliardi di euro all’anno supera la Francia che si piazza al secondo posto con 1,276 miliardi di euro ogni anno. Seguono Nuova Zelanda (688 milioni), Spagna (323 milioni), Germania (317 milioni) e Australia (273 milioni). Anche se il dato negativo italiano riguarda la vendita all’estero di vini rossi e bollicine. In quest’ultimo caso i nostri “vicini” ci battono in maniera netta.

Il vino bianco italiano si beve volentieri anche in inverno.

Tornando al bianco, secondo quanto appreso, questa vittoria del nostro Paese andrebbe di pari passo a un aumento del consumo di vino bianco tra gli amanti di “un buon bicchiere”, in quanto da un po’ di tempo a questa parte si predilige il gusto più fruttato e un vino più leggero per tutto l’anno. Sia d’estate che in inverno. Spesso e volentieri, quindi, il consumo dei due tipi di vino va di pari passo alle temperatura. Generalmente durante l’inverno è più facile che si consumi vino rosso, con il caldo, invece, la maggior parte dei consumatori preferisce il bianco, rigorosamente servito freddo. Il vino bianco italiano, appunto. Secondo il focus di Nomisma, negli ultimi 5 anni i bianchi fermi italiani sono cresciuti nell’export del 26% contro +16% dei rossi.In crescita le bollicine dell’88%. Stati Uniti (36,6%), Germania (16,5%) e Regno Unito (14,2%) sono i 3 principali buyer su cui si concentrano i due terzi delle vendite del bianco Made in Italy.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here