Home Notizie Sognare il cibo, ossessione notturna degli italiani.

Sognare il cibo, ossessione notturna degli italiani.

SHARE
sognare il cibo food lifestyle

Una persona su cinque ammette di sognare i propri piatti preferiti.

Pasta e pizza per gli uomini, i dolci per le donne. Non si tratta di una preferenza a tavola ma di un vero e proprio sogno ricorrente. Sì, un sogno, almeno stando a quanto riportato da una ricerca condotta da Doxa per Deliveroo. Secondo quanto appreso, quella degli italiani per il cibo è diventata un’ossessione così tanto forte da avere un ruolo attivo anche quando dormiamo. Oltre ad occupare gran parte delle discussioni quotidiane tra i giovani, in sostanza, può essere considerato una sorta di “disturbo” del sonno.

Forse perché non si riesce proprio a fare a meno di pensare a uno dei bisogni primari dell’uomo. Ma tralasciando le considerazioni ed entrando maggiormente nel dettaglio, la ricerca effettuata su mille persone, avrebbe dimostrato che questi sogni riguardano almeno una persona su cinque. In generale, questa associazione mentale sarebbe riconducibile a stati d’animo come passione, desiderio e allegria.

Nello specifico, sognare il cibo di notte è associato – a quanto appreso – per oltre un 60% allo stato di allegria, soprattutto per i più giovani e gli adulti tra i 45 e i 54 anni. A seguire c’è il desiderio, mentre la passione conquista il gradino più basso del podio. Infine un’ultima percentuale, pari al 4%, associa al cibo quegli stati d’animo negativi, come paura e noia. Ma quali solo i cibi più sognati? Sempre attenendosi ai dati riportati dalla ricerca, tra i piatti più “attivi” nella mente in stato di fase REM, ci sono pasta e pizza, al 43%, immediatamente seguiti dai dolci (41%). Ancora più in basso la carne (22%), che però risulta tra gli alimenti più sognati nella fascia d’età compresa tra i 24 e i 35 anni, il pesce (16%) e tutti gli altri cibi che possono essere considerati esotici, o comunque non appartenenti alla tradizione nostrana. E se si parla di “piatti preferiti”, si tratta di pietanze sognate dal 18% degli intervistati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here