Home News Morto in un incidente lo chef Alessandro Narducci: “Era una promessa della...

Morto in un incidente lo chef Alessandro Narducci: “Era una promessa della cucina italiana”

SHARE
alessandro narducci food lifestyle

Lutto nel mondo della ristorazione. Lo chef italiano Alessandro Narducci è morto in un incidente stradale avvenuto a Roma la scorsa notte in zona Prati, sul Lungotevere della Vittoria. Assieme a Nardulli ha perso la vita una sua amica di 25 anni che viaggiava sullo scooter guidato dallo chef. Le dinamiche dell’incidente sono ancora al vaglio degli inquirenti.

Secondo quanto appreso, pare che il mezzo guidato da Narducci si sia scontrato con un’auto intorno all’una di notte. Al volante c’era un uomo di 30 anni, ricoverato al Gemelli di Roma in codice rosso. Dopo l’impatto l’auto avrebbe anche sbattuto contro altri mezzi in sosta. Le forze dell’ordine pare abbiano richiesto, per il conducente dell’auto, gli accertamenti su eventuali presenze di alcool o droghe nel sangue.

Chi era Alessandro Narducci.

Considerato da molti una nuova promessa della cucina italiana, era lo chef del ristorante Acquolina, con cui aveva meritatamente conquistato una stella Michelin. Formatosi con Heinz Beck, aveva collaborato anche con lo chef Angelo Troiani, suo grande sostenitore, per aprire successivamente il suo ristorante Acquolina.

alessandro narducci food lifestyle 1

Diversi i messaggi di cordoglio, a partire da quello dai membri del suo ristorante. “Oggi, venerdì 22 giugno 2018, siamo racchiusi nel dolore per la scomparsa del nostro Chef Alessandro Narducci e di Giulia Puleio. Il nostro sostegno va alle famiglie, alla fidanzata Debora, agli amici e a tutto lo staff. Il ristorante Acquolina e la terrazza Acquaroof saranno momentaneamente chiusi per lutto fino a nuova comunicazione. Vi ringraziamo per la vicinanza e l’affetto che state dimostrando in questo momento difficile“.

I messaggi degli amici.

Anche la pagina Facebook di Alessandro Narducci è stata inondata da messaggi di amici e conoscenti. “La vita spesso è crudele e ingiusta. Ti lascia senza parole e con un vuoto. Ci mancherà la tua cucina e la tua simpatia“. Anche il Gambero Rosso ha voluto esprimere il proprio dolore per la perdita di Narducci, definito “giovane chef under 30 di grande talento“. Infine il commento rilasciato all’ANSA proprio del suo mentore Heinz Beck, “Aveva lavorato con me al ristorante Dubai Social. L’ho promosso sous chef perché era serio, professionista e professionale. Una persona carina che trovava sempre tempo per tutti. Piangeva quando lasciò il team“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here